sabato 27 ottobre 2012

...but there is one more thing!

Dopo poco più di un mese dall'arrivo sul mercato dell'iPhone 5 il 23 Ottobre Apple ha organizzato un nuovo evento per presentare nuovi prodotti ed aggiornarne altri. Non siamo riusciti (almeno in Italia) a prendere confidenza ed a capire le vere potenzialità del nuovo iPhone che l'azienda di Cupertino ci pone all'attenzione qualcosa di nuovo. In un pomeriggio sono stati presentati: iPad mini, iPad 4, nuovo iMac, MacBook Pro 13" con display Retina, Mac mini e aggiornamento di iBooks.


Ancora una volta i consumatori rimangono stupiti per un'azienda che sembra davvero andare più forte della tecnologia. Con questi nuovi prodotti forse siamo arrivati al punto di avere tutto ciò che possa soddisfare le nostre
esigenze tecnologiche.
Per una persona come me che segue Apple e i suoi prodotti sorge spontanea la domanda: Cosa ci si può più inventare? La domanda direi che è più che lecita ma chi conosce l'azienda è sicuro che le idee non mancheranno, anche se colui che è stato il più grande non c'è più. E, infatti, forse nei prossimi anni noteremo questa mancanza perché, mentre adesso se viene commesso un errore il marchio è talmente forte da non farlo sentire, forse nei prossimi anni potremmo assistere ad un declino.
Una piccola critica però vorrei farla perché secondo me questo evento è stato troppo ravvicinato agli altri (in un anno 3 grandi eventi). Va bene che la politica economica è quella di non tirar fuori dal cappello tutto e subito ma è anche vero che un consumatore potrebbe arrabbiarsi per il fatto che un suo dispositivo dopo 6 mesi viene aggiornato e potenziato come ad esempio l'iPad 3 che nel giro di poco vede già il suo successore.

Che dire...al di là di questa piccola critica qualche giorno fa ci hanno presentato il computer che a mio avviso è il più bello mai esistito ed è il nuovo iMac. Solo un dato dice tutto: l'80% più sottile, semplicemente INCREDIBILE! 

E' anche vero che stiamo assistendo all'inizio della fine dei cari CD e DVD. L'essere sottile ovviamente esclude la presenza dei lettori/masterizzatori ma ormai anche loro non sono più indispensabili.
Siamo arrivati al punto da non sapere più cosa aspettarci da questo colosso che è Apple e l'unica cosa che mi viene da pensare è la famosa frase che Steve Jobs diceva alla fine di ogni evento che ha presentato:

...but there is one more thing!


DR